HANS-JÜRGEN BAZAN: QUANDO LE PASSIONI NON HANNO ETÀ

Da giovane gioca a calcio e tennis con grande passione, poi un problema al ginocchio, l’impossibilità di correre e qui gli viene in soccorso la bicicletta, sport che pian piano lo entusiasma sino a tramutarlo in un vero “cycling addicted”.

Oggi Hans-Jürgen Bazan, vincitore nella categoria M3 della cronometro 2018 dei World Press Cycling Championship, nonostante i suoi 70 anni, continua a pedalare e a mettersi in gioco.

Si sa, la vita è imprevedibile ed è capace di stravolgere la nostra quotidianità e quelle che sono le nostre certezze. Capita quindi che un appassionato di calcio e tennis che da giovane sognava di fare l’archeologo, si ritrovi nell’impossibilità di correre e saltare a seguito di tre operazioni al ginocchio. Un dramma, una catastrofe. Per tutti, ma non per Hans-Jürgen Bazan, che trova nella bicicletta una nuova dimensione come unico rimedio e valvola di sfogo. E poi succede che da un ripiego nasca una passione irresistibile. La stessa che oggi spinge Hans a mettersi in gioco e gareggiare ai prossimi campionati tedeschi di Niedersachsen di maggio, per poi mettere in palio la maglia iridata nella ventesima edizione dei WPCC, i Campionati Mondiali di Ciclismo per Giornalisti che si terranno in Veneto a settembre 2019 e che l’anno scorso a Roeselare l’hanno visto trionfare nella prova a cronometro nella categoria M3. Il tutto, nonostante le 70 candeline spente lo scorso anno.

«Da quando sono in pensione ho decisamente più tempo libero da trascorrere sui pedali – racconta Hans-Jürgen – percorro circa 6.000 chilometri all’anno e la mia specialità sono le prove crono. La mia bici preferita rimane, tuttavia, la mountain bike mentre il mezzo più bello di sempre che abbia avuto modo di testare è la Cannondale SystemSix».

Una vita tranquilla la sua, che trascorre in compagnia della moglie e del cagnolino, tra viaggi, sole, vino, libri, film, buon cibo e le macchine, passione che accomuna alla bicicletta. Non è dunque un caso se, uno dei personaggi famosi che inviterebbe volentieri a cena è proprio Sebastian Vettel.

«Cosa desidero per i prossimi anni? Tanta salute, forza di volontà e ottimismo – racconta Hans-Jürgen – gli stessi che mi serviranno per affrontare per la quinta volta i Campionati Mondiale di Ciclismo per Giornalisti che si terranno a settembre in Italia e durante i quali avrò così modo di visitare l’Italia».

Patrocinio Regione Veneto
Patrocinio Città di Treviso